Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare

Anfibi della Marina Militare

Vuoi entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare? Ecco come fare per entrare a far parte di questo reparto speciale della Marina.

Il reparto Anfibi della Marina Militare è tra i reparti speciali che maggiormente sembra attrarre i giovani che vogliono arruolarsi in Marina. Per questo motivo, abbiamo deciso di parlarvene in maniera più approfondita, vedendo quali sono i compiti e le funzioni di questo reparto ma, soprattutto, capendo insieme come entrare a far parte del reparto Anfibi della Marina Militare.


INDICE
– Funzioni e compiti del reparto Anfibi della Marina Militare
– Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come VFP1
– Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Maresciallo
– Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Ufficiale


Funzioni e compiti del reparto Anfibi della Marina Militare

La Fanteria di Marina è il nome con cui sono conosciuti i Reparti Anfibi della Marina Militare. Tali reparti sono molto simili a quelli in servizio nell’Esercito Italiano con la differenza di avere una particolare capacità nella lotta anfibia e litoranea, nello sbarco anfibio e nella guerra asimmetrica. Le missioni assegnate a tale tipologia di unità militare comprendono il servizio di sicurezza a bordo di una nave da guerra, comprese le funzioni di polizia militare per evitare il rischio di ammutinamento, nonché la sicurezza di terra presso le installazioni della Marina Militare. Il reparto Anfibi della Marina Militare, inoltre, è impiegato per il combattimento vicino, negli abbordaggi e negli sbarchi anfibi. Offrono inoltre anche sostegno agli incursori per le operazioni di terra.

Il ruolo principale del reparto Anfibi della Marina Militare sta in operazioni militari nella zona del litorale: i Fanti di Marina operano dalle navi e sono addestrati ad assicurare il controllo dei punti chiave per circa 50 chilometri dalla costa verso l’interno. Vengono distribuiti principalmente da navi da guerra con elicotteri, mezzi da sbarco, hovercraft e veicoli anfibi con alcuni elementi di forza in grado di utilizzare atterraggi con paracadute. Oltre al loro ruolo primario, le truppe del reparto Anfibi della Marina Militare sono utilizzati anche in una varietà di altri ruoli navali, come le operazioni di imbarco, sicurezza della nave ed operazioni fluviali.

Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come VFP1

Dopo aver visto quali sono i compiti e le funzioni del reparto Anfibi della Marina Militare, vediamo qual è l’iter per entrare a far parte di questa forza speciale, a seconda anche del ruolo che intendiamo ricoprire.

Coloro che vogliono entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come VFP1 devono necessariamente partecipare al Concorso per i Volontari in Ferma Prefissata di un anno. Al Bando, che viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – quarta serie speciale, solitamente nei mesi di Ottobre-Novembre di ogni anno, possono partecipare giovani donne e giovani uomini che posseggono i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 25° anno di età
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore)

Per tutti gli altri requisiti necessari per partecipare al Concorso VFP1 Marina, vi rimandiamo alla consultazione della relativa scheda.

Come abbiamo già detto nella nostra Guida Come diventare VFP1 Marina, l’iter concorsuale prevede diverse fasi di reclutamento:

  • valutazione dei titoli di merito e formazione delle relative graduatorie
  • accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale e prove di efficienza fisica, che si tengono usualmente o presso il Centro di Selezione della Marina Militare sito ad Ancona, o presso la Caserma Castrogiovanni sita a Taranto. I candidati sono sottoposti ad una visita medica generale e, successivamente, ad accertamenti specialistici e di laboratorio.

Gli accertamenti psico-fisici, inoltre, consistono in alcuni esercizi tali da dimostrare la prestanza fisica dei vari candidati che vogliono avviarsi ad entrare in Marina Militare e sono suddivise in due gruppi (test ginnico e test di nuoto).

Test ginnico

  • trazioni alla sbarra: minimo 3, da eseguire nel tempo massimo di 1 minuto;
  • addominali: minimo 40, da eseguire nel tempo massimo di 2 minuti;
  • corsa piana di m. 5.000, da eseguire nel tempo massimo di 28 minuti.

Test di nuoto

  • prova di nuoto m. 25: nuoto con stile a libera scelta, tra quelli riconosciuti dalla F.I.N. (Federazione Italiana Nuoto) che prevedono la partenza con tuffo da blocco di partenza, mantenendo sempre lo stesso stile, da eseguire nel tempo massimo di 30 secondi;
  • prova di galleggiamento: galleggiamento stazionario in posizione verticale per almeno 20 secondi;
  • prova di apnea: nuoto in apnea per almeno 4 metri.

I vincitori del Concorso, dichiarati idonei al reclutamento, vengono ammessi ed incorporati alla ferma prefissata di un anno nella Marina Militare e suddivisi in base ai settori d’impiego. I vincitori per i settori d’impiego delle Forze speciali e Componenti specialistiche sono convocati per la frequenza del corso di formazione di base per VFP1. Al termine di detto corso, della durata di circa 8 settimane, i VFP1 idonei sono avviati presso le Scuole dei rispettivi settori d’impiego per la frequenza dei seguenti corsi specialistici (grazie al quale otterranno un attestato/abilitazione), propedeutici all’acquisizione della categoria/specialità, che avverrà solo in seguito all’ammissione alla eventuale successiva ferma prefissata quadriennale. Il corso di abilitazione Anfibia ha una durata di 13 settimane e serve a preparare il militare per operare nei reparti operativi della Brigata Marina San Marco. I VFP1 Anf seguono due mesi di formazione iniziale alla Brigata Marina San Marco (Brindisi) e successivamente frequentano il corso di abilitazione anfibia al Battaglione Scuole Caorle (Brindisi). Durante il corso i VFP1 migliorano le capacità fisico atletiche, imparano ad usare le armi individuali e di reparto, studiano il combattimento terrestre e corpo a corpo, la topografia, le procedure operative, gli apparati per le telecomunicazioni e il materiale Opto-elettronico, le basi del primo soccorso medico e i mezzi anfibi.

Il corso di abilitazione del reparto Anfibi della Marina Militare ha una rilevante e concreta validità nel computo del punteggio dei titoli presi in esame per il passaggio nei ruoli VFP4 e, successivamente, nel Servizio Permanente Effettivo (SPE). C’è da dire che, un VFP1 del reparto Anfibi della Marina Militare che partecipa e vince il concorso da VFP4 continua la sua preparazione e formazione. Il VFP4 Anf frequenta una fase formativa avanzata, chiamata Modulo Commando che dura 8 settimane. Il modulo serve a completare l’addestramento individuale in contesti di maggiore complessità e ad addestrare i militari in contesti avanzati nell’ambito di plotoni, pattuglie e complessi minori. Una volta terminato il modulo, il VFP 4 è impiegato nei reparti operativi della Brigata.

Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Maresciallo

Coloro che vogliono entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Marescialli devono necessariamente partecipare al Concorso per Allievi Marescialli Marina. Al Bando, che viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – quarta serie speciale, solitamente nei mesi di Febbraio-Marzo di ogni anno, possono partecipare giovani donne e giovani uomini che posseggono i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • aver compiuto il 17° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 26° anno di età (coloro che hanno già prestato servizio militare obbligatorio o volontario possono partecipare al concorso se non hanno superato il giorno di compimento del 28° anno di età, qualunque grado rivestono)
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (diploma di maturità)

Per tutti gli altri requisiti necessari per partecipare al Concorso Allievi Marescialli Marina, vi rimandiamo alla consultazione della relativa scheda.

Come abbiamo già detto nella nostra Guida Come diventare Maresciallo Marina, l’iter concorsuale prevede diverse fasi di reclutamento:

  • prova scritta per l’accertamento delle qualità culturali e intellettive
  • Accertamento sanitario e prove di efficienza fisica
  • Accertamento attitudinale
  • Prove di efficienza fisica che consistono nell’esecuzione di esercizi obbligatori e facoltativi come Nuoto per metri 25 in qualunque stile; piegamenti sulle braccia, addominali; Prova facoltativa – Trazioni alla sbarra
  • Valutazione dei titoli di merito

I vincitori del Concorso Pubblico sono chiamati a contrarre una ferma iniziale di due anni e ad assoggettarsi ai regolamenti militari vigenti e vengono ammessi ad un corso di formazione presso la Scuola Sottufficiali della Marina Militare. Tale corso è articolato in moduli di insegnamento teorici e pratici ed è finalizzato alla formazione etica, militare e marinaresca degli Allievi e alla istruzione tecnico-professionale di base, in relazione alle categorie/specialità previste nel ruolo Marescialli. Alla fine dei primi due anni e il relativo superamento degli esami finali, gli Allievi vengono immessi nel ruolo dei Marescialli in servizio permanente del Corpo Equipaggi Militari Marittimi e in quello del Corpo delle Capitanerie di Porto, nominati Capo di 3° Classe del rispettivo ruolo e sono chiamati a proseguire il loro ciclo formativo del terzo anno, al termine del quale conseguono il previsto titolo di laurea di primo livello, con la frequenza di un corso applicativo e dei tirocini stabiliti dalla Forza Armata per il completamento della preparazione professionale specialistica.

Il corso di abilitazione del reparto Anfibi della Marina Militare per i neo Marescialli è il medesimo descritto sopra per i VFP1. A ciò si aggiunge, però, il Modulo Commando, di cui vi abbiamo già parlato per i VFP4, e il Modulo Operatore Boarding Team, della durata di 8 settimane ed accessibile solo al personale in possesso dell’abilitazione anfibia. Gli obiettivi di questo modulo sono di fornire ai partecipanti le conoscenze e le capacità per affrontare le Operazioni d’interdizione marittima nonché quelle di protezione delle navi. Composto di due fasi, la prima serve a far acquisire le conoscenze e le capacità per essere impiegati a bordo di navi mercantili oggetto di ispezione, nella seconda si acquisiscono le conoscenze e capacità per essere impiegati nelle Maritime Interdiction Operations (MIO) a bordo delle navi militari e per preparare gli operatori a operare nei confronti di personale non cooperante.

Come entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Ufficiale

Coloro che vogliono entrare nel reparto Anfibi della Marina Militare come Ufficiali devono necessariamente partecipare al Concorso per Allievi Ufficiali Marina. Al Bando, che viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – quarta serie speciale, solitamente nei mesi di Gennaio-Febbraio di ogni anno, possono partecipare giovani donne e giovani uomini che posseggono i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • aver compiuto il 17° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 22° anno di età
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (diploma di maturità)

Per tutti gli altri requisiti necessari per partecipare al Concorso Allievi Ufficiali Marina, vi rimandiamo alla consultazione della relativa scheda.

Come abbiamo già detto nella nostra Guida Come diventare Ufficiale Marina, l’iter concorsuale prevede diverse fasi di reclutamento:

  • Prova scritta di selezione culturale con accertamento della conoscenza della lingua inglese
  • Accertamenti psicofisici
  • Prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica
  • Prove di efficienza fisica
  • Accertamenti attitudinali
  • Prova orale di matematica
  • Prova orale di biologia
  • Prova orale facoltativa di lingua straniera

I vincitori del Concorso Allievi Ufficiali Accademia Navale della Marina Militare frequentano un corso quinquennale presso l’Accademia Navale di Livorno. Gli Ufficiali della Marina che al termine dell’Accademia Navale decidono di intraprendere la carriera nel reparto Anfibi della Marina Militare, vengono avviati a un corso denominato PRE-ANF, che si svolge in Accademia. Il corso serve ad acquisire la preparazione psico-fisica, teorico-dottrinale e tecnico-professionale per superare i corsi di abilitazione anfibia in Italia e all’estero. Il corso prevede tre differenti moduli:

  • Modulo Commando: consiste in un addestramento avanzato di 8 settimane durante il quale gli ufficiali neo brevettati acquisiscono una maggiore professionalità e si preparano ad assumere il comando di plotone presso i reparti operativi della Brigata Marina San Marco
  • Modulo Boarding Team: consiste in un addestramento avanzato di 8 settimane durante il quale gli ufficiali, che già hanno avuto esperienze nell’ambito delle compagnie commando, acquisiscono conoscenze e le capacità per affrontare le Operazioni d’interdizione marittima in contesti operativi non compliant nonché quelle di Force Protection a bordo delle Unità Navali per poter assolvere l’incarico di Comandante di Compagnia presso il 2° RGT San Marco
  • Corso di specializzazione anfibia: consiste in un corso di formazione per ufficiali inferiori di vascello, che, dopo l’esperienza di Cte di plotone, devono acquisire ed approfondire aspetti relativi alla leadership, al comando e controllo, alla pianificazione, al processo decisionale ed alle operazioni expeditionary. Il corso, della durata di 6 mesi, ha la finalità di preparare gli ufficiali ad assolvere le funzioni e gli incarichi di Ufficiale Comandante di Compagnia, Comandante di complesso minore, Capo cellula/sezione negli staff e reparti della BMSM.

Al termine del corso gli ufficiali acquisiscono il brevetto “Anfibio”, entrano di diritto nel reparto Anfibi della Marina Militare e sono inviati presso i reparti operativi della Brigata Marina San Marco. Il personale in servizio nel reparto Anfibi della Marina Militare può continuare a specializzarsi e a formarsi, tramite altri corsi come l’Actical Basic Course allo United States Marine Corps (USA), lo Young Officer Course presso i Royal Marines Inglesi, il Corso di abilitazione anfibia nazionale o l’expeditionary Warfare Course, ovvero un corso per Ufficiali Inferiori di Vascello che si svolge presso la Marine Corps University a Quantico, Virginia. Il corso, della durata di 10 mesi, permette di approfondire le tematiche inerenti la teoria e natura della guerra, il processo di pianificazione, la leadership, le operazioni anfibie, expeditionary e la guerra asimmetrica.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.