Come Diventare Ufficiale della Marina Militare

come diventare ufficiali marina militare

In questa breve guida vi spieghiamo come diventare Ufficiale della Marina Militare. Vi forniamo alcuni utili consigli per capire come affrontare i Concorsi di Selezione (Pubblici o Interni) ed entrare nell’Accademia Navale della Marina Militare.

Visto che molti nostri lettori ci chiedono come diventare Ufficiale della Marina Militare, abbiamo scritto una breve guida che possa avvicinarli ai Concorsi di Selezione e aiutarli a capire come fare carriera nella Marina Militare.

Abbiamo realizzato questo video in cui troverete una panoramica generale che vi aiuterà a capire come entrare nell’Accademia Navale e diventare Ufficiale della Marina Militare. Per approfondire l’argomento, dopo aver guardato il video, vi consigliamo di leggere attentamente l’articolo che segue.

Per sapere come diventare Ufficiale della Marina Militare bisogna conoscere la struttura di questa Forza Armata


Per partecipare ai concorsi di selezione per essere ammessi all’Accademia Navale della Marina e, successivamente, diventare Ufficiale della Marina Militare, è necessario acquisire delle nozioni di base sulla struttura organizzativa di questa Forza Armata che serviranno ai concorrenti per meglio orientarsi nella vita militare a cui si stanno affacciando. Innanzitutto, è necessario sapere che la Marina Militare è una delle quattro componenti delle Forze Armate e dipende da Ministero della Difesa attraverso lo Stato Maggiore della Difesa. Al pari dell’Esercito e dell’Aeronautica, da strumento di guerra difensiva, si è andata evolvendo sino a raggiungere oggi, pur mantenendo ben saldi i principi di mantenimento della salvaguardia della sovranità dello Stato, le caratteristiche di una Forza rivolta alla sicurezza internazionale e al ruolo di promotrice d’iniziative atte a dare una maggiore stabilità sociale, politica ed economica, in quelle nazioni travagliate da conflitti interni.

Il principale obiettivo istituzionale della Marina Militare risiede nella difesa degli spazi marittimi nazionali e nel controllo delle operazioni navale nelle acque territoriali ed internazionali. Essa svolge anche attività di vigilanza pesca, di ricerca e soccorso in mare, provvede al controllo delle rotte portuali e dei flussi migratori per prevenire l’immigrazione clandestina, è impegnata nella sorveglianza dei fondali per la prevenzione degli inquinamenti delle acque marine, inoltre interviene in soccorso delle popolazioni in difficoltà in caso di calamità naturali.

Essa è costituita dai seguenti Corpi:

  • Corpo di Stato Maggiore, costituito dall’organico dirigenziale della Marina;
  • Corpo di Commissariato Militare Marittimo, che ha competenza nel settore della programmazione finanziaria, dell’amministrazione logistica, nel campo giuridico legale e in quello del coordinamento amministrativo di Forza Armata;
  • Corpo del Genio Navale, preposto al mantenimento e allo sviluppo del materiale navale della Marina;
  • Corpo Sanitario Militare Marittimo, è il corpo di Sanità della Marina
  • Corpo delle Capitanerie di Porto, dipendente dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Ministero della Difesa si occupa della sicurezza della navigazione, della ricerca e del soccorso in mare, della difesa dell’ambiente marino.

Il personale della Marina Militare, così come quello delle Forze Armate in generale, è stato suddiviso in quattro grandi categorie:

  • gli Ufficiali, che svolgono funzioni di responsabilità
  • i Sottufficiali, che comprendono i ruoli di Sergenti e Marescialli, che svolgono funzioni ausiliarie rispetto agli Ufficiali, quali il comando dei reparti di minore livello oppure compiti amministrativi o tecnici
  • i Graduati, categoria che comprende i Volontari in Servizio Permanente
  • i Militari di truppa, di cui fanno parte i Volontari in Ferma Prefissata

Per quanto riguarda il personale degli Ufficiali, esso è composto dai ruoli di Ufficiali Inferiori, Ufficiali Superiori e Ufficiali Generali che, a loro volta, sono suddivisi in gradi gerarchici.

– Il personale degli Ufficiali Inferiori è suddiviso in:

  • Guardiamarina
  • Sottotenente di Vascello
  • Tenente di Vascello

– Il personale degli Ufficiali Superiori è suddiviso in:

  • Capitano di Corvetta
  • Capitano di Fregata
  • Capitano di Vascello

– Il personale degli Ufficiali Generali è suddiviso in:

  • Contrammiraglio
  • Ammiraglio di Divisione
  • Ammiraglio di Squadra
  • Ammiraglio – Capo di Stato Maggiore della Difesa

Come diventare Ufficiale della Marina Militare: modalità di selezione e requisiti necessari


Per diventare Ufficiale della Marina Militare esistono più strade che passano per diversi Concorsi di Selezione (Pubblici o Interni), di seguito elencati.

CONCORSO ALLIEVI UFFICIALI ACCADEMIA NAVALE MARINA MILITARE

Per entrare nell’Accademia Navale della Marina Militare è necessario superare il Concorso Pubblico, il cui bando viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, quarta serie speciale, solitamente nei mesi di gennaio/febbraio di ogni anno.

Possono partecipare al Concorso Allievi Ufficiali della Marina Militare tutti i cittadini che abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 22° anno. Per conoscere tutti i requisiti necessari per partecipare al Concorso Allievi Ufficiali Accademia Navale è possibile consultare la relativa scheda.

CONCORSO UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE RUOLO NORMALE

Una strada alternativa per diventare Ufficiali della Marina Militare è quella relativa al Concorso per Ufficiali in Servizio Permanente nel Ruolo Normale, aperto sia al personale delle Forze Armate, sia ai cittadini italiani di entrambi i sessi in possesso di determinati requisiti.

Per conoscere tutti i requisiti necessari per partecipare al Concorso Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Normale è possibile consultare la relativa scheda.

CONCORSO UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE RUOLO SPECIALE

Una delle strade da percorrere per diventare Ufficiali della Marina Militare è quella relativa al Concorso per Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Speciale. Tali concorsi non hanno una cadenza fissa, infatti, vengono banditi soltanto quando la Marina Militare ha necessità di specifiche figure professionali come psicologi, medici, infermieri, ingegneri, informatici, etc.

Al Concorso per Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Speciale, possono partecipare, per una sola specialità/specializzazione, gli Ufficiali Inferiori di Complemento della Marina Militare in congedo, gli Ufficiali in Ferma Prefissata, i Sottufficiali appartenenti al ruolo dei Marescialli della Marina Militare, i Sottufficiali appartenenti al ruolo dei Sergenti della Marina Militare, i frequentatori dei corsi normali dell’Accademia Navale che non hanno completato il secondo o il terzo anno del previsto ciclo formativo e gli idonei non vincitori di precedenti concorsi per la nomina a Sottotenente di Vascello in Servizio Permanente dei Ruoli Normali corrispondenti a quelli Speciali, e i volontari in servizio permanente della Marina Militare che abbiano almeno cinque anni di permanenza in detto ruolo.

Per conoscere tutti i requisiti necessari per partecipare al Concorso per Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Speciale, potete consultare la relativa scheda.

CONCORSO GUARDIAMARINA IN SERVIZIO PERMANENTE NEL RUOLO SPECIALE

Un’ulteriore possibilità per vestire la divisa da Ufficiale della Marina Militare è quella relativa al Concorso per Guardiamarina in Servizio Permanente nel Ruolo Speciale, a cui possono partecipare tutti i cittadini italiani in possesso di una laurea specialistica, o magistrale, o diploma di laurea, oltre ad altri specifici requisiti. Per conoscere tutti i requisiti necessari per partecipare al Concorso Guardiamarina in Servizio Permanente nel Ruolo Speciale è possibile consultare la relativa scheda.

CONCORSO ALLIEVI UFFICIALI IN FERMA PREFISSATA (AUFP)

Chi desidera vestire la divisa della Marina Militare con il grado di Ufficiale può partecipare al Concorso Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata (AUFP). Il Concorso è pubblico, ossia possono parteciparvi tutti i cittadini italiani di entrambi i sessi che, tra gli altri requisiti, abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 38° anno di età alla scadenza del bando di concorso.

Per conoscere tutti gli altri requisiti necessari per partecipare al Concorso Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata (AUFP) è possibile consultare la relativa scheda.

I requisiti per partecipare ai Concorsi Ufficiali della Marina Militare, qualsiasi ruolo si aspira a ricoprire, variano al variare dello status dei concorrenti. Per conoscere nel dettaglio quali requisiti bisogna possedere per accedere ai Concorsi e diventare Ufficiale della Marina Militare, clicca qui.

La domanda di partecipazione ai Concorsi per diventare Ufficiale della Marina Militare (qualunque ruolo si intenda ricoprire) dovrà essere compilata esclusivamente on-line tramite il portale del Ministero della Difesa seguendo le istruzioni del sistema automatizzato, entro 30 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando.

Come diventare Ufficiale della Marina Militare: le prove per essere ammessi all’Accademia Navale


Come detto, esistono diversi Concorsi di Selezione per diventare Ufficiale della Marina Militare e, di conseguenza, diversi iter concorsuali che spieghiamo di seguito.

PROVE CONCORSO ALLIEVI UFFICIALI ACCADEMIA NAVALE MARINA MILITARE

Il Concorso Pubblico per diventare Ufficiale della Marina Militare si articola in più fasi dislocate nell’arco di alcuni mesi che hanno luogo o presso il Comprensorio della Marina Militare di Piano San Lazzaro (Ancona), o al Centro di selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito (Foligno) o presso l’Accademia Navale di Livorno. Il concorso prevede l’espletamento delle seguenti fasi di reclutamento:

  • Prova scritta di selezione culturale con accertamento della conoscenza della lingua inglese che consiste nella somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla volti ad accertare il grado di conoscenza della lingua italiana, anche sul piano orto-grammaticale e sintattico (45% dei quesiti), matematica (25% dei quesiti), educazione civica (8% dei quesiti), fisica (8% dei quesiti), storia (10% dei quesiti), storia dell’arte (4% dei quesiti). La prova ha luogo presso il Comprensorio della Marina Militare di Piano San Lazzaro ad Ancona. All’incirca un mese prima della prova viene resa disponibile sul sito della Marina Militare la Banca Dati per consentire ai candidati di esercitarsi per lo svolgimento di tale prova. Ultimata la prova scritta di cultura generale, seduta stante, i concorrenti devono sostenere l’accertamento della conoscenza della lingua inglese. Tale prova consiste nella somministrazione di 60 quesiti a risposta multipla volti ad accertare il grado di conoscenza della lingua inglese.
  • Accertamenti psicofisici, volti al riconoscimento del possesso dell’idoneità psicofisica al servizio militare incondizionato quali Ufficiali della Marina Militare. I candidati sono sottoposti ad una visita medica generale e, successivamente, ad accertamenti specialistici e di laboratorio. Gli accertamenti hanno luogo presso il Comprensorio della Marina Militare di Piano San Lazzaro ad Ancona.
  • Prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica (per i soli concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo Sanitario Militare Marittimo). La prova ha luogo presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito di Foligno, ha una durata di 60 minuti e consiste nella somministrazione di 48 quesiti a risposta multipla e predeterminata (22 domande di biologia, 13 domande di chimica e 13 domande di fisica).
  • Prove di efficienza fisica che consistono nell’esecuzione di esercizi obbligatori, il cui esito comporta un giudizio di idoneità o inidoneità, e di esercizi facoltativi con attribuzione di punteggi incrementali utili ai fini della formazione delle graduatorie finali. I candidati devono affrontare le seguenti prove di efficienza fisica: salto in alto (massimo tre tentativi – superiore o uguale a cm 110); nuoto 50 metri (qualunque stile – inferiore o uguale a 65”); piegamenti sulle braccia (tempo limite 2’ senza interruzioni – superiore o uguale a 12); corsa piana metri 1.000 (inferiore o uguale a 4’ e 25”). PROVE FACOLTATIVE: tuffo da piattaforma di metri 5, trazioni alla sbarra (da eseguire nel tempo massimo di 2’), corsa piana di metri 100, salto in lungo (massimo 3 tentativi). Per essere giudicato idoneo alle prove di efficienza fisica il concorrente deve risultare idoneo nella prova di nuoto e in almeno due degli altri tre esercizi obbligatori previsti.
  • Accertamenti attitudinali che consistono nello svolgimento di una serie di prove (test, questionari, prove di performance, colloquio individuale) volte a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un positivo inserimento in Forza Armata e nello specifico ruolo.
  • Prova orale di matematica (per i concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo di Stato Maggiore e per i Corpi Vari). La prova ha una durata di 15 minuti e verte su almeno due quesiti predeterminati dalla commissione esaminatrice, scelti tra i programmi di algebra, geometria e trigonometria.
  • Prova orale di biologia (per i concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo Sanitario Militare Marittimo). La prova ha una durata di 15 minuti e verte su almeno due quesiti, predeterminati dalla commissione esaminatrice, scelti tra i programmi di biologia. Sono dichiarati idonei i concorrenti che hanno riportato un punteggio non inferiore a 18/30.
  • Prova orale facoltativa di lingua straniera. Il concorrente può sostenere la prova facoltativa per l’accertamento della conoscenza di non più di due delle lingue straniere indicate nella domanda di cui una scelta fra il francese, il tedesco e lo spagnolo e una scelta tra le precedenti e l’arabo, il cinese, il croato, l’hindi, il persiano, il russo e il serbo.

PROVE CONCORSO UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE RUOLO NORMALE

Il Concorso Pubblico per Ufficiali in Servizio Permanente nel Ruolo Normale, come detto in precedenza, è aperto sia al personale delle Forze Armate sia ai cittadini italiani di entrambi i sessi. Il concorso prevede:

  • due prove scritte che vengono sostenute presso l’Accademia Navale di Livorno e, solitamente, hanno una durata di 2 giorni per ogni Corpo della Marina Militare. Entrambe le prove hanno un tempo massimo di otto ore e consistono nello svolgimento di due progetti preliminari (uno per ogni prova) su argomenti tratti dal programma delle prove orali (specifiche per ogni Corpo). La prova si intende superata se il concorrente consegue in ciascuna un punteggio non inferiore a 21/30.
  • Valutazione dei titoli di merito, posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso.
  • Accertamenti psico-fisici che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. I candidati vengono sottoposti a visite mediche generiche, specialistiche ed esami di laboratorio per verificare la perfetta forma psico-fisica per ricoprire il ruolo di Ufficiale della Marina Militare.
  • Accertamento attitudinale che consiste in una serie di prove, test, questionari, prove di performance, intervista attitudinale individuale, volte a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un positivo inserimento in Forza Armata e nello specifico ruolo.
  • Prove di efficienza fisica che si svolgono presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona e consistono in una serie di esercizi fisici, obbligatori e facoltativi. Per conseguire l’idoneità nelle prove di efficienza fisica, i concorrenti devono risultare idonei nelle prove obbligatorie e in una di quelle a scelta; in caso contrario, viene emesso un giudizio di inidoneità e il candidato viene escluso dal concorso. Le prove di efficienza fisica obbligatorie: nuoto per metri 25 (qualunque stile, tempo massimo 34 secondi e 99 centesimi); piegamenti sulle braccia (minimo 10 da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti). Le prove di efficienza fisica facoltative: addominali (minimo 15 da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti); corsa piana di metri 1.000 (tempo massimo 4 minuti, 59 secondi e 99 centesimi).
  • Prova orale che si svolge presso l’Accademia Navale di Livorno. La prova si intende superata se il concorrente ottiene in ciascuna delle materie oggetto della stessa una votazione non inferiore a 21/30; il punteggio della prova è il risultato della media dei voti riportati in ciascuna materia. Le materie della prova orale (e i relativi argomenti) variano a seconda del Corpo della Marina Militare a cui il candidato ha fatto domanda d’ingresso.
  • Prova orale facoltativa di lingua straniera che svolgono solo i concorrenti che l’hanno richiesta nella relativa domanda di partecipazione al concorso. Non è possibile scegliere più di due lingue tra il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco.

PROVE CONCORSO UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE RUOLO SPECIALE

Come abbiamo detto in precedenza, il Concorso per Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Speciale riservato al personale della Marina Militare, dà la possibilità di vestire la divisa da Ufficiale della Marina Militare Italiana. Questi concorsi non hanno una cadenza fissa, infatti, vengono banditi soltanto quando la Marina Militare ha necessità di specifiche figure professionali come psicologi, medici, infermieri, ingegneri, informatici, etc.

Di seguito vediamo quali sono le prove previste per il concorso.

  • Due prove scritte, una di cultura generale e una di cultura tecnico-professionale, che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. La prima prova consiste nella somministrazione di un questionario contenente 100 quesiti a risposta multipla da risolvere nel tempo massimo di 90 minuti nelle materie di italiano (50% dei quesiti), educazione civica (15%), lingua inglese (25%) e storia (10%), volti ad accertare il livello di conoscenza nelle suddette materie; la seconda prova scritta di cultura tecnico-professionale, della durata massima di 6 ore, consiste in un elaborato su argomenti specifici per ogni Corpo a cui si intende prendere parte. Per essere ammessi a sostenere la seconda prova scritta di cultura tecnico-professionale, i concorrenti devono aver riportato una votazione non inferiore a 18/30 nella prima prova scritta di cultura generale. Lo stesso punteggio deve essere raggiunto anche nella seconda prova scritta.
  • Valutazione dei titoli di merito, posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso.
  • Accertamenti psico-fisici che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. I candidati vengono sottoposti ad visite mediche generiche, specialistiche ed esami di laboratorio per verificare la perfetta forma psico-fisica per ricoprire il ruolo di Ufficiale della Marina Militare.
  • Accertamento attitudinale che consiste in una serie di prove, test, questionari, prove di performance, intervista attitudinale individuale, volte a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un positivo inserimento in Forza Armata e nello specifico ruolo.
  • Prove di efficienza fisica che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. Le prove consistono nell’esecuzione di esercizi obbligatori, il cui esito comporta un giudizio di idoneità o inidoneità, e di esercizi facoltativi con attribuzione di punteggi incrementali utili ai fini della formazione della graduatoria. Le prove obbligatorie: nuoto 25 metri (qualsiasi stile, raggiungimento idoneità con un tempo inferiore o uguale a 35”); piegamenti sulle braccia (da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti, raggiungimento idoneità con un numero superiore o uguale a 10); addominali (da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti, raggiungimento idoneità con un numero superiore o uguale a 15). Le prove facoltative: trazioni alla sbarra; corsa piana 100 metri; salto in lungo.
  • Prova orale che si svolge presso l’Accademia Navale di Livorno. La prova si intende superata se il concorrente ottiene una votazione non inferiore a 18/30, utile per la formazione della graduatoria di merito. La prova prevede come materie comuni Storia e Ordinamento e regolamenti della Marina Militare, a cui aggiungere materie specifiche per ogni Corpo a cui si è fatto domanda d’ingresso.
  • Prova orale facoltativa di lingua straniera. I concorrenti idonei alla prova orale, qualora lo abbiano richiesto nella domanda di partecipazione al concorso, vengono chiamati a sostenere una prova orale facoltativa di lingua straniera (non più di due lingue scelte fra il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco). La prova, della durata di 15 minuti per ciascuna lingua, prevede un breve colloquio di carattere generale, la lettura di un brano di senso compiuto, sintesi e valutazione personale, una conversazione guidata che abbia come spunto il brano.

PROVE CONCORSO GUARDIAMARINA IN SERVIZIO PERMANENTE NEL RUOLO SPECIALE

Come abbiamo detto pocanzi, è possibile vestire la divisa da Ufficiale della Marina Militare anche grazie alla partecipazione al Concorso per Guardiamarina in Servizio Permanente nel Ruolo Speciale, a cui possono partecipare tutti i cittadini italiani in possesso di una laurea specialistica, o magistrale, o diploma di laurea. Questi concorsi non hanno una cadenza fissa e vengono bandita solo nel momento in cui la Marina Militare ha necessità di ricoprire specifiche cariche.

Di seguito vediamo quali sono le prove previste per il concorso.

  • Due prove scritte, una di cultura generale e una di cultura tecnico-scientifica, entrambe della durata di 6 ore., che si tengono presso l’Accademia Navale di Livorno. Risultano idonei i concorrenti che in ciascuna delle prove scritte abbiano riportato una votazione non inferiore a 21/30. La prima prova consiste in un elaborato su argomenti di carattere generale e/o attinente alle discipline storiche, sociali e politico-geografiche; la seconda prova scritta consiste in un elaborato su argomenti previsti dai programmi d’esame per la prova orale.
  • Valutazione dei titoli di merito, posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso.
  • Accertamenti psico-fisici che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. I candidati vengono sottoposti a visite mediche generiche, specialistiche ed esami di laboratorio per verificare la perfetta forma psico-fisica per ricoprire il ruolo di Ufficiale della Marina Militare.
  • Accertamento attitudinale che consiste in una serie di prove, test, questionari, prove di performance, intervista attitudinale individuale, volte a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un positivo inserimento in Forza Armata e nello specifico ruolo.
  • Prova di efficienza fisica che si svolgono presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona e consistono in una serie di esercizi fisici, obbligatori e facoltativi. Per conseguire l’idoneità nelle prove di efficienza fisica, i concorrenti devono risultare idonei nelle prove obbligatorie e in una di quelle a scelta; in caso contrario, viene emesso un giudizio di inidoneità e il candidato viene escluso dal concorso. Le prove di efficienza fisica obbligatorie: nuoto per metri 25 (qualunque stile, tempo massimo 34 secondi e 99 centesimi); piegamenti sulle braccia (minimo 10 da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti). Le prove di efficienza fisica facoltative: addominali (minimo 15 da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti); corsa piana di metri 1.000 (tempo massimo 4 minuti, 59 secondi e 99 centesimi).
  • Prova oraleche si svolge presso l’Accademia Navale di Livorno. La prova si intende superata se il concorrente ottiene in ciascuna delle materie oggetto della stessa una votazione non inferiore a 21/30; il punteggio della prova è il risultato della media dei voti riportati in ciascuna materia.
  • Prova orale facoltativa di lingua straniera. I concorrenti idonei alla prova orale, qualora lo abbiano richiesto nella domanda di partecipazione al concorso, vengono chiamati a sostenere una prova orale facoltativa di lingua straniera (non più di due lingue scelte fra il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco). La prova, della durata di 15 minuti per ciascuna lingua, prevede un breve colloquio di carattere generale, la lettura di un brano di senso compiuto, sintesi e valutazione personale, una conversazione guidata che abbia come spunto il brano.

PROVE CONCORSO ALLIEVI UFFICIALI IN FERMA PREFISSATA (AUFP)

Come abbiamo detto in precedenza, il Concorso Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata (AUFP) è pubblico, ossia possono parteciparvi tutti i cittadini italiani di entrambi i sessi che, tra gli altri requisiti, non abbiano superato il giorno di compimento del 38° anno di età alla scadenza del bando di concorso. Il concorso prevede:

  • prova scritta che ha luogo presso il comprensorio della Marina Militare di Piano S. Lazzaro ad Ancona. La prova ha una durata di 60 minuti e consiste nella somministrazione collettiva e standardizzata di 100 quesiti a risposta multipla di tipo logico-deduttivo e analitico, volti ad esplorare le capacità intellettive e di ragionamento dei candidati.
  • Accertamenti psico-fisici che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. I candidati vengono sottoposti a visite mediche generiche, specialistiche ed esami di laboratorio per verificare la perfetta forma psico-fisica per ricoprire il ruolo di Ufficiale della Marina Militare.
  • Accertamento attitudinale che consiste in una serie di prove, test, questionari, prove di performance, intervista attitudinale individuale, volte a valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari per un positivo inserimento in Forza Armata e nello specifico ruolo.
  • Prove di efficienza fisica che hanno luogo presso il Centro di Selezione della Marina Militare di Ancona. Le prove consistono nell’esecuzione di esercizi obbligatori, il cui esito comporta un giudizio di idoneità o inidoneità, e di esercizi facoltativi con attribuzione di punteggi incrementali utili ai fini della formazione della graduatoria. Le prove obbligatorie: nuoto 25 metri (qualsiasi stile, raggiungimento idoneità con un tempo inferiore o uguale a 30”); piegamenti sulle braccia (da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti, raggiungimento idoneità con un numero superiore o uguale a 12); addominali (da eseguire senza interruzioni nel tempo massimo di 2 minuti, raggiungimento idoneità con un numero superiore o uguale a 15). Le prove facoltative: trazioni alla sbarra; corsa piana 100 metri; salto in lungo.
  • Valutazione dei titoli posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso.

Come diventare Ufficiale della Marina Militare: corsi di studio e sbocchi di carriera dopo aver superato il concorso


I vincitori del Concorso Allievi Ufficiali Accademia Navale della Marina Militare saranno tenuti a frequentare presso l’Accademia Navale di Livorno un percorso di studi a scelta tra Corpo di Stato Maggiore, Corpo del Genio Navale, Corpo di Commissariato Militare Marittimo, Corpo delle Capitanerie di Porto, Corpo Sanitario Militare Marittimo. L’anno accademico degli Allievi è diviso in due parti: la prima, denominata “periodo a terra”, si svolge da Ottobre a Giugno, mentre la seconda parte si svolge sulle unità navali nei mesi di Luglio-Settembre. Generalmente, gli Allievi della prima classe effettuano durante il periodo estivo una Campagna d’Istruzione a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci, dedicata alle attività d’istruzione marinaresca e di formazione culturale; essi hanno in questo modo la possibilità di mettere in pratica le nozioni apprese nel corso degli studi accademici invernali. Gli Allievi della seconda classe partecipano anch’essi nello stesso periodo a una Campagna d’Istruzione su un’unità della Squadra Navale, vivendo la loro prima esperienza su una nave operativa. Agli Allievi della 1° e 2° classe viene corrisposto un assegno mensile, invece, all’inizio della 3° classe gli allievi sono promossi Aspiranti Guardiamarina ed è loro corrisposto il trattamento economico iniziale del Guardiamarina, grado con il quale frequentano, nel successivo anno accademico, il 4° anno. Alla fine del 4° anno viene conseguito il grado di Sottotenente di Vascello. Al conseguimento della laurea, gli Ufficiali continuano la loro formazione presso i vari Enti della Marina, in base al percorso di studi intrapreso e al corpo di appartenenza.

I vincitori del Concorso Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Normale saranno nominati, in relazione al concorso a cui hanno partecipato, Sottotenenti di Vascello o Guardiamarina in servizio permanente nel ruolo normale, rispettivamente, del Corpo del Genio Navale, del Corpo delle Armi Navali, del Corpo Sanitario Militare Marittimo, del Corpo di Commissariato Militare Marittimo e del Corpo delle Capitanerie di Porto. Dopo la nomina, essi frequenteranno un corso applicativo di durata non superiore a un anno accademico, con le modalità stabilite dal Comando Scuole della Marina Militare. All’atto della presentazione al corso, gli Ufficiali dovranno contrarre una ferma di cinque anni decorrente dalla data di inizio del corso medesimo, che avrà pieno effetto, tuttavia, solo al superamento del corso applicativo. Il rifiuto di sottoscrivere la ferma comporterà la revoca della nomina.

I vincitori del Concorso Ufficiali in Servizio Permanente del Ruolo Speciale, ad eccezione degli appartenenti alla categoria degli Ufficiali in Ferma Prefissata e a quelli delle Forze di Completamento, saranno nominati Guardiamarina in servizio permanente del ruolo speciale del rispettivo Corpo con anzianità assoluta nel grado. Gli appartenenti alla categoria degli Ufficiali inferiori delle Forze di Completamento e quelli appartenenti alla categoria degli Ufficiali in Ferma Prefissata, invece, saranno nominati Ufficiali in servizio permanente del rispettivo ruolo speciale con il grado rivestito all’atto della scadenza del termine di presentazione delle domande. Dopo la nomina essi frequenteranno un corso applicativo della durata e con le modalità stabilite dal Comando Scuole della Marina Militare. All’atto della presentazione al corso gli Ufficiali dovranno contrarre una ferma di cinque anni decorrente dalla data di inizio del corso. Il rifiuto di sottoscrivere detta ferma comporterà la revoca della nomina.

I vincitori del Concorso Guardiamarina in Servizio Permanente del Ruolo Speciale saranno nominati Guardiamarina in Servizio Permanente del Ruolo Speciale. Dopo la nomina essi frequenteranno un corso applicativo della durata e con le modalità stabilite dal Comando Scuole della Marina Militare. All’atto della presentazione al corso gli Ufficiali dovranno contrarre una ferma di cinque anni decorrente dalla data di inizio del corso. Il rifiuto di sottoscrivere detta ferma comporterà la revoca della nomina.

I vincitori del concorso Ufficiali in Ferma Prefissata utilmente collocati nelle graduatorie di merito saranno ammessi al corso, della durata di circa dodici mesi, che si terrà presso l’Accademia Navale di Livorno. Gli ammessi conseguiranno la qualifica di Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata della Marina Militare, ausiliari del ruolo normale del Corpo del Genio Navale, ausiliari del ruolo normale del Corpo Sanitario Militare Marittimo e ausiliari del ruolo normale e del ruolo speciale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Essi dovranno contrarre una ferma volontaria di trenta mesi e, in qualità di Allievi, saranno assoggettati alle leggi e ai regolamenti militari. Coloro che non sottoscriveranno tale ferma saranno considerati rinunciatari all’ammissione al corso e rinviati dall’Accademia Navale. Gli Allievi che supereranno gli esami di fine corso saranno nominati, rispettivamente, Sottotenenti di Vascello in Ferma Prefissata, ausiliari del ruolo normale del corpo al quale hanno deciso di aderire. Dopo la nomina, gli Ufficiali in Ferma Prefissata potranno essere ammessi alla frequenza di un corso di perfezionamento, presso l’Accademia Navale, della durata e con le modalità che saranno stabilite dal Comando delle Scuole della Marina. Gli Ufficiali in Ferma Prefissata potranno presentare domanda per essere collocati in congedo a decorrere dal diciottesimo mese di servizio, incluso il periodo di formazione. Inoltre, gli Ufficiali in Ferma Prefissata potranno essere ammessi a un’ulteriore ferma annuale, previo superamento di apposito concorso per titoli o, altresì, trattenuti in servizio, sino a un massimo di sei mesi, su proposta dello Stato Maggiore della Marina e previo loro consenso.

Per ricevere maggiori info su come diventare Ufficiale della Marina Militare, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Libro Concorso Accademia Marina

Libro Concorso Accademia Marina

Il Libro Concorso Accademia Navale è indirizzato a quanti intendono partecipare al Concorso per Allievi Ufficiali della Marina Militare

Corso di Preparazione Concorso Allievi Ufficiali Accademia Marina

Corso di Preparazione Concorso Allievi Ufficiali Accademia Marina

Scopri il programma completo del Corso di Preparazione Concorso Allievi Ufficiali Accademia Marina (in Aula) della scuola di preparazione Nissolino Corsi

Corsi di Preparazione Online Concorsi Marina

Corsi di Preparazione Online Concorsi Marina

Scopri tutti i Corsi di Preparazione Online della Nissolino Corsi per superare i concorsi nella Marina Militare